Navigation

Dimissioni Merz: per PS, bilancio negativo del mandato

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 agosto 2010 - 12:31
(Keystone-ATS)

BERNA - Il Partito socialista "prende atto" della partenza di Hans-Rudolf Merz. In un comunicato diramato poco dopo l'annuncio della dimissioni, il PS stila un bilancio "globalmente negativo" dell'operato del capo del Dipartimento delle finanze e sottolinea che quest'ultimo "lascerà dietro di sé tutta una serie di problemi irrisolti".
I socialisti citano la vicenda UBS in cui "le responsabilità non sono sempre state chiarite, ad iniziare dal grado di connivenza fra l'UBS, la Finma e il Dipartimento federale della finanze".
Per quanto riguarda la politica estera, "il suo anno presidenziale non ha lasciato il segno", ha detto Ursula Wyss, presidente del gruppo socialista alle Camere. A suo avviso, il ministro delle finanze ha avuto "un ruolo particolarmente infelice" nella vicenda libica e si è dimostrato "passivo nel dossier bancario".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.