Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le banche svizzere che trasmettono alle autorità americane documenti riguardanti i propri dipendenti nell'ambito della disputa fiscale con gli Stati Uniti devono consegnare agli interessati una copia di tali documenti. È la prassi decisa la settimana scorsa in tre casi dal Tribunale civile di Ginevra.

Gli istituti devono inoltre precisare quando e a quale autorità sono stati inviati i dati, indica l'avvocato ginevrino Douglas Hornung in una nota odierna. Il legale ha rappresentato in aula tre ex dipendenti di Credit Suisse e HSBC che chiedevano proprio queste informazioni. La corte ha dato loro ragione in prima istanza.

Molto probabilmente le due banche ricorreranno contro questa decisione, ha aggiunto Hornung. Esse si erano rifiutate di consegnare copie delle informazioni trasmesse agli Stati Uniti appellandosi al segreto bancario e commerciale.

La decisione non riguarda soltanto dipendenti di banca, ma anche avvocati, gestori patrimoniali esterni e fiduciari le cui informazioni vengono consegnate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS