Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Russia ha posto il veto ad una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'Onu per la creazione di un tribunale internazionale sull'abbattimento del Boeing malese in volo da Amsterdam a Kuala Lumpur il 17 luglio dello scorso anno nell'Ucraina dell'est.

La proposta, avanzata da Ucraina, Malesia, Australia, Olanda e Belgio, ha ottenuto 11 voti a favore, mentre tre Paesi - Cina Angola e Venezuela - si sono astenuti. L'Ucraina e diversi Paesi occidentali ritengono che ad abbattere il volo furono i ribelli ucraini filo-russi con un missile terra-aria. Mosca ha invece sempre negato questa tesi.

Proprio alcune ore fa, in una telefonata con il premier olandese Mark Rutte, il leader del Cremlino Vladimir Putin aveva ribadito che la posizione di Mosca è rimasta invariata, e continua ritenere la creazione di un tribunale internazionale sulla vicenda "inopportuna". La Russia, ha aggiunto Putin, ha ancora "molti interrogativi" sulle prove raccolte e sulla sua "esclusione dalla partecipazione sostanziale alle indagini".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS