Navigation

Disco su ghiaccio: morto Simon Schenk, ex allenatore nazionale

Simon Schenk ai tempi del ZSC Lions. KEYSTONE/STEFFEN SCHMIDT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 maggio 2020 - 14:53
(Keystone-ATS)

L'ex giocatore di hockey su ghiaccio e allenatore della nazionale svizzera Simon Schenk è morto all'età di 73 anni. Il bernese era stato tra l'altro anche consigliere nazionale per l'UDC.

Schenk, nato nell'Emmental bernese, è stato campione svizzero nel 1976 con il Langnau. In seguito, dopo il ritiro come giocatore, ha preso in mano la squadra nazionale di hockey su ghiaccio per due mandati consecutivi. È poi stato CEO e direttore sportivo del club zurighese ZSC Lions, con cui ha festeggiato altri titoli del campionato. Dopo essersi dimesso spontaneamente dal club sulle rive della Limmat è tornato al "suo club", il Langnau, come aiutante nel settore giovanile. Recentemente il bernese era attivo come esperto televisivo presso MySports.

Se da sportivo aveva spesso fatto parte della prima linea d'attacco della sua squadra, come politico Schenk - come disse lui stesso una volta - riuscì a raggiungere a malapena l'ala destra della terza o della quarta linea. La sua prima sessione come consigliere nazionale dell'UDC è stata quella del novembre 1994, quando è entrato in Parlamento come quarto sostituto. Vi rimase fino alla fine del 2011.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.