Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per il terzo mese consecutivo il numero dei disoccupati è lievemente cresciuto in Svizzera. Alla fine di settembre si contavano 131'072 persone senza lavoro, ossia 1'116 in più rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è rimasto però immutato al 3%. In Ticino il tasso è salito al 4,2%, mentre nei Grigioni è restato invariato all'1,2%. Lo indica oggi la Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Rispetto al settembre del 2012, il numero di disoccupati è aumentato di 10'725 unità (+8,9%).

La disoccupazione giovanile non è all'origine della crescita registrata il mese scorso. A livello nazionale, il numero dei giovani senza lavoro (15-24 anni) è infatti diminuita di 60 unità rispetto ad agosto (-0,3%) attestandosi a un totale di 20'137. Su base annua, il numero di giovani disoccupati è salito di 579 unità (+3%).

Complessivamente le persone in cerca d'impiego registrate erano 183'741, 2'619 in più rispetto ad agosto e 12'874 (7,5%) in più rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente. Il numero dei posti vacanti annunciati presso gli Uffici regionali di collocamento (URC) è aumentato di 357 raggiungendo 14’235 unità.

Sulla base di una statistica concernente il mese di luglio, le persone colpite dal lavoro ridotto sono state 2'740, ovvero 2'572 in meno (-48,4%) rispetto al mese precedente, precisa ancora la SECO.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS