Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aumenta la disoccupazione in Svizzera: a dicembre il tasso dei senza lavoro è salito al 3,4%, contro il 3,2% di novembre. Lo ha indicato oggi la Segreteria di Stato dell'economia (Seco). Il Ticino presenta un tasso del 4,6% (+0,2 punti percentuali rispetto a novembre; -0, 3 punti su base annua) con 7382 senza lavoro. Nei Grigioni la disoccupazione si attesta all'1,9%, registrando una flessione mensile e annuale di 0,1 punti percentuali con 2115 persone iscritte agli uffici di collocamento. Sull'insieme dell'anno, a livello nazionale, il tasso medio è stato del 3,2%.

A fine dicembre, agli uffici regionali di collocamento (URC) erano iscritte 147'369 persone, 10'817 in più rispetto a novembre. Da luglio, precisa la Seco, la cifra non ha fatto che aumentare.

Valori più elevati che a sud delle Alpi si registrano a Ginevra (5,4%, +0,1 punti), Neuchâtel (5,6%, +0,5 punti) e Vaud (5,1%, +0,3 punti).

A livello nazionale il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è aumentato di 559 unità (+3,0%) arrivando a un totale di 19’161, ciò che corrisponde a 820 persone in meno (-4,1%) rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Complessivamente le persone in cerca d'impiego registrate erano 203’926, il 5,2% in più rispetto al mese precedente e lo 0,9% in meno rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente. In Ticino erano 11'042 (rispettivamente +5,4% e -3,6%) e nei Grigioni erano 3'664 (+1,8% e -1%).

I posti vacanti annunciati nel mese di dicembre presso gli URC è diminuito del 16,6% mensile e del 9,8% annuale, raggiungendo 8’791 unità. Per il Ticino ne risultano 284 (-13,1% rispetto al mese precedente e -15% su un anno) e per i Grigioni 367 (-11,8% rispetto a novembre e -8% su un anno).

Secondo i dati provvisori forniti dalle casse di disoccupazione, nel mese di ottobre, 3'039 persone hanno esaurito il loro diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione.

Quanto all'intero 2014, il calo della disoccupazione ha subito un lieve rallentamento. All'inizio del 2014 il numero di disoccupati è aumentato sensibilmente, raggiungendo in gennaio le 153'260 unità, il valore più alto dal 2010. Tra gennaio e giugno si è poi ridotto di 26'628 persone, scendendo a 126'632 unità, il minimo dell'anno. Da luglio ha ripreso a salire, raggiungendo a fine dicembre le 147’369 persone.

Va inoltre detto che da giugno 2013 il tasso di disoccupazione destagionalizzato non ha mai superato il 3,2%. Con un totale di 136'764 persone, il numero medio di disoccupati del 2014 risulta pressoché identico a quello del 2013. Pertanto anche il tasso medio annuo (3,2%) non si discosta dal valore dell'anno precedente.

Con una media annua del 3,2%, la disoccupazione giovanile (15-24 anni) fa registrare una diminuzione 0,2 punti percentuali rispetto all'anno precedente, ritornando allo stesso livello del 2011 e del 2012.

Secondo le stime attuali, il fondo di compensazione dell'assicurazione contro la disoccupazione chiuderà l'esercizio 2014 con introiti dei premi di 6,66 miliardi di franchi (2013: 6,46 miliardi), un introito totale di 7,27 miliardi di franchi (2013: 7,06 miliardi), una spesa totale di 6,48 miliardi di franchi (2013: 6,47 miliardi) e un'eccedenza di introiti di 0,79 miliardi di franchi (2013: 0,59 miliardi). I mutui cumulati della Tesoreria federale ammontano a 3,3 miliardi di franchi (2013: 4,2 miliardi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS