Navigation

Domat/Ems: oltre 17 milioni per segheria

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2011 - 16:24
(Keystone-ATS)

Ci sono due offerte concrete in merito al rilevamento della più grande segheria della Svizzera, ubicata a Domat/Ems e in fase di liquidazione. L'offerta maggiore raggiunge i 17,13 milioni di franchi e proviene da un gruppo austriaco, indica una nota diffusa oggi dall'Ufficio fallimenti retico.

L'offerta, accompagnata da garanzie bancarie, proviene da una filiale di una società austriaca attiva in tutta Europa nel settore del legno, sottolinea il comunicato, che non rivela però il nome della ditta interessata.

Entrambe i gruppi che vogliono rilevare la segheria intendono smantellare la fabbrica trasportando i macchinari altrove. Tra i due contendenti ne è spuntato recentemente un terzo, la società tirolese Egger che non ha ancora inoltrato la propria offerta.

Il gruppo Egger, che venerdì scorso ha reso nota la propria disponibilità, vuole invece mantenere in funzione l'impianto di Domat/Ems. L'azienda ha tempo fino al 20 giugno per inoltrare una proposta. Se non dovesse accadere nulla, l'ufficio del fallimento venderà la segheria per 17,13 milioni, ossia l'offerta più alta.

Se nel frattempo dovessero farsi avanti nuovi investitori con offerte più generose, verrebbe organizzata una vendita privata il 27 di giugno, al termine della quale la spunterebbe l'offerta più alta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.