Navigation

Doping, perseguire anche chi ne fa uso privato?

Non sempre un fisico come questo è frutto di solo allenamento... KEYSTONE/AP/MARTIN MEISSNER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2019 - 13:47
(Keystone-ATS)

Anche la Svizzera dovrebbe esaminare l'opportunità di punire penalmente chiunque faccia uso di sostanze dopanti a livello privato. Lo chiede un postulato di Marcel Dobler (PLR/SG), che il Consiglio federale si dice disposto ad accogliere.

Attualmente la legislazione elvetica non persegue chi ricorre a sostanze dopanti per uso personale; tutt'al più lo sportivo dopato rischia sanzioni inflitte dal sistema sport medesimo (ad es. sulla base del risultato positivo dei test o del sequestro di sostanze dopanti alla frontiera).

Perseguendo penalmente invece tali comportamenti, si potrebbero scoprire attività criminose di persone coinvolte. Al momento non è possibile ordinare nei confronti dei privati dopati perquisizioni domiciliari o disporre una detenzione preventiva.

Per il deputato sangallese, l'uso personale di doping in tutti i Paesi confinanti, come la Francia, l'Italia e recentemente anche la Germania e l'Austria viene efficacemente combattuto a livello penale con diverse norme di legge. Per questo motivo, il governo deve verificare quale di queste diverse regolamentazioni possa essere al meglio introdotta nel sistema giuridico svizzero.

Considerato che il Consiglio d'Europa sta facendo preparare in tutti i Paesi membri dell'UE un analogo rapporto in materia di perseguibilità penale dell'uso personale di sostanze dopanti è indispensabile procedere a una valutazione della situazione anche in Svizzera, conclude il consigliere nazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.