Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Al termine di una seduta convocata dopo una serie di attentati palestinesi, il Consiglio di difesa del governo israeliano ha prolungato la scorsa notte la chiusura della città cisgiordana di Hebron e della zona adiacente, dove abitano 700 mila palestinesi.

Lo riferisce la radio militare, secondo cui i ministri hanno anche deciso che le salme degli attentatori palestinesi non saranno più restituite alle famiglie ma saranno sepolte in un 'cimitero dei terroristi'.

È stata poi confermata la costruzione di 42 nuovi alloggi nella colonia di Kiryat Arba (Hebron) ed è stata approvata la detrazione dai dazi doganali che Israele versa mensilmente all'Anp una cifra equivalente al totale degli assegni che l'Anp passa a sua volta mensilmente ai familiari degli attentatori.

Oggi intanto si svolgono a Gerusalemme i funerali del rabbino Michael Mark, ucciso venerdì in un agguato palestinese presso Hebron. Il religioso lascia dieci figli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS