Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Svizzera e Irlanda hanno concluso le trattative e parafato ieri a Berna la revisione dell'attuale convenzione per evitare la doppia imposizione (CDI), che estende l'assistenza amministrativa nelle questioni fiscali secondo lo standard dell'OCSE.
Il testo sarà presentato ai Cantoni e alle associazioni economiche interessate; la convenzione sarà in seguito firmata e poi sottoposta all'approvazione al Parlamento. La CDI può essere ratificata ed entrare in vigore solo se il testo è approvato anche dallo Stato contraente, rammenta un comunicato odierno del Dipartimento federale delle finanze (DFF).
Nella scorsa sessione estiva il Parlamento ha approvato le prime dieci CDI contenenti la clausola di assistenza amministrativa estesa. Alle Camere federali verranno ora sottoposte gradualmente per approvazione altre CDI firmate nel frattempo.
Dopo la decisione del governo del 13 marzo 2009 di adottare lo standard dell'OCSE, la Svizzera ha concluso negoziati sull'estensione dell'assistenza amministrativa nelle questioni fiscali con oltre due dozzine di Paesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS