Navigation

Doris Leuthard in Cina: libero scambio, da gennaio negoziati

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 agosto 2010 - 14:03
(Keystone-ATS)

PECHINO - La presidente della Confederazione Doris Leuthard è stata ricevuta stamane a Pechino dal ministro del commercio estero Chen Deming: nel corso dell'incontro, Svizzera e Cina hanno portato avanti il dialogo in vista della conclusione di un accordo bilaterale di libero scambio. Dopo le assicurazioni di ieri circa la disponibilità elvetica a cominciare i negoziati entro dicembre, Deming ha indicato oggi che il paese asiatico sarà pronto a partire da gennaio.
Da parte loro, i membri della folta delegazione economica che accompagnano la presidente della Confederazione hanno partecipato in giornata ad un forum economico con rappresentanti cinesi. La tavola rotonda era incentrata sui rischi e le opportunità per i due paesi nei settori della finanza, dei macchinari, delle scienze della vita e delle tecnologie dette "pulite".
"Desideriamo comunicare di più con le aziende svizzere specializzate nelle tecnologie ecocompatibili", ha affermato Michael Du, responsabile del settore delle costruzioni presso il Dipartimento cinese dello sviluppo rurale e urbano. "Siamo interessati in particolare ai settori della biomassa, del fotovoltaico e dell'efficacia energetica", ha specificato.
In margine agli incontri di questa settimana, è stato inoltre firmato un memorandum che prevede l'istituzione di un volo diretto fra Basilea e Shanghai. "Le discussioni hanno preso avvio qualche settimana fa", ha spiegato all'ATS Hans-Peter Wessel, capo del Dipartimento dei lavori pubblici e dei trasporti di Basilea Città. L'ideale, ha aggiunto, sarebbe portare a termine questo progetto entro il 2011-2012.
La visita della consigliera federale si conclude oggi con una serata di gala organizzata per celebrare il sessantesimo anniversario dall'avvio delle relazioni diplomatiche tra Berna e Pechino. Sono attesi non meno di 350 invitati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.