Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tre tonnellate di cocaina purissima proveniente dal Sud America sono stati sequestrate in pieno Oceano Atlantico in un'operazione congiunta della Guardia di Finanza (GdF) italiana e della polizia spagnola. La nave era diretta sulle coste della Galizia, la droga sarebbe poi stata distribuita in tutta Europa. Complessivamente 31 i narcotrafficanti arrestati, riferisce una nota del Comando generale della GdF.

L'imbarcazione è stata localizzata di notte grazie a speciali tecnologie di un aereo della Guardia di Finanza, che aveva pattugliato l'Oceano i giorni precedenti.

L'organizzazione di narcos, con base a Madrid ed in contatto con un gruppo di bulgari, poteva contare sulla complicità di un agente di polizia spagnolo corrotto.

Ricevuto il via libera dalla Colombia, i bulgari hanno spostato la loro nave, ormeggiata lungo le coste africane, nella zona caraibica per imbarcare la droga, mentre i colombiani hanno inviato i propri emissari in Spagna per coordinare le operazioni.

Giunte a circa 50 miglia dalle coste del Portogallo, le forze speciali spagnole hanno abbordato la nave e l'hanno condotta nel porto di Cadice, ove la droga e il mezzo navale sono state sequestrati ed i 21 membri di equipaggio arrestati.

Contemporaneamente sono scattate le manette per gli altri 10 narcos che al momento si trovavano tutti in Spagna. L'operazione è stata coordinata dal M.A.O.C. (Maritime Analysis and Operations Centre - Narcotics) di Lisbona e dalla D.C.S.A. (Direzione Centrale Servizi Antidroga) di Roma.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS