Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Guardia di Finanza di Ponte Chiasso e i funzionari della dogana in servizio al valico italo-svizzero di Brogeda hanno sequestrato 2 chili di cocaina purissima e hanno arrestato il corriere, un belga di 27 anni.

La droga era nascosta all'interno di un doppiofondo ricavato nel cruscotto di una Seat Altea in ingresso in Italia: i trafficanti avevano rimosso l'airbag sul lato passeggero al fine di aumentare la capacità di carico dell'auto.

Alla dogana il belga ha dichiarato di voler trascorrere un periodo di vacanza in Italia ma un velato nervosismo ha insospettito i finanzieri al valico, che hanno fatto ricorso al cane Napoleon, un pastore belga malinois che si è subito diretto verso il cruscotto.

Successivamente il veicolo è stato sottoposto ad ispezione approfondita da parte dei "cacciavitisti" della Guardia di Finanza italiana che hanno scoperto la droga. Il belga è stato arrestato per traffico internazionale di stupefacenti mentre è scattato il sequestro per l'auto, i tre telefoni cellulari, il navigatore satellitare e 6 carte di credito/debito.

La cocaina era in due sacchetti di plastica rivestiti di cellophane trasparente, con guaina elastica, polvere di caffè e doppio confezionamento sottovuoto. Secondo la Finanza italiana la cocaina avrebbe fruttato ai trafficanti circa 400.000 euro.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS