Navigation

Droni Usa da Etiopia su Yemen e Somalia, stampa

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2011 - 10:43
(Keystone-ATS)

L'Air Force Usa sta utilizzando droni (aerei senza pilota), che decollano da una base nel sud dell'Etiopia, per effettuare voli di ricognizione su Somalia e Yemen con l'obiettivo di controllare spostamenti e attività dei gruppi terroristici che fanno riferimento ad Al Qaida. Ne dà notizia il Washington Post.

Il giornale, nella sua edizione online, afferma che Washington ha investito milioni di dollari per ripristinare un remoto aeroporto nella località di Arba Minch da dove decollano droni della serie Reaper che potrebbero essere equipaggiati con missili Hellfire e bombe a guida satellitare.

Il Pentagono, citato dal quotidiano, sostiene che i droni sono disarmati e vengono usati solo per ricognizioni e raccolta di informazioni, ma che non è escluso che in futuro possano venire utilizzati per effettuare attacchi. Il governo etiopico, da parte sua, ha negato la presenza di qualsiasi base militare straniera , ma ha aggiunto che personale militare americano e 'contractor' sono sempre più numerosi nella zona di Arba Minch, una piccola città di 70.000 abitanti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?