Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due ristoranti di Porrentruy (JU) hanno servito delle tartar di carne di manzo che in realtà erano di cavallo. E' quanto risulta dai test realizzati per conto della trasmissione televisiva "A Bon Entendeur" (ABE)
andata in onda questa sera alla RTS (televisione della Svizzera romanda). Inoltre due tartar di ristoranti vodesi avevano troppi germi e batteri.

ABE ha effettuato 14 prelievi in locali romandi e li ha sottoposti a test batteriologici e alla identificazione del tipo di carne. "Si può perfettamente parlare d'inganno", ha rilevato alla televisione il chimico cantonale aggiunto vodese Christian Richard che ha analizzato i campioni. Ritiene inoltre che un professionista non può scambiare manzo con cavallo.

I due locali si trovano a Porrentruy (JU). Il direttore di uno di questi si è dichiarato molto sorpreso dal risultato delle analisi e ha affermato di "aver sempre acquistato carne di manzo". Ha inoltre detto di aver subito contattato il suo fornitore abituale, che non ha voluto fornirgli spiegazioni. Anche il gestore dell'altro locale si è scusato e ha imputato il fatto ad una "cattiva manipolazione che non deve più ripetersi".

Dal punto di vista batteriologico, quattro tartar hanno ottenuto buoni risultati. Due (di locali vodesi) superavano invece di varie volte il valore di tolleranza di gemi e batteri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS