Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex dittatore di Haiti Jean-Claude Duvalier, tornato nel suo Paese dopo 25 anni di esilio, ha affermato ieri che i patrimoni haitiani bloccati su conti in Svizzera non gli appartengono. Ha inoltre precisato che queste somme dovrebbero essere utilizzate per la ricostruzione del Paese.

"In 25 anni (di esilio) non ho mai detenuto alcun conto bloccato, né in Svizzera, né altrove", ha affermato "Bébé Doc" in un'intervista concessa all'emittente in lingua spagnola Univision, che diffonde i suoi programmi negli Stati Uniti.

Duvalier ha sostenuto che gli averi bloccati nella Confederazione appartengono ad una fondazione. "Quando saranno sbloccati, ha aggiunto, la maggior parte di essi saranno utilizzati per ricostruire la città in cui è nata mia madre".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS