Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un tweet contro il proprio governo è costato caro a un cittadino degli Emirati Arabi Uniti.

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

Un accademico e attivista per i diritti umani negli Emirati arabi uniti (Eau), Nasser bin Ghaith, è stato condannato a dieci anni di reclusione dopo avere postato su Twitter commenti critici del governo.

Nel dare la notizia, Amnesty International afferma che si tratta di una sentenza "assurda".

"La condanna dell'importante economista, accademico e difensore dei diritti umani è un altro devastante colpo alla libertà di espressione negli Eau", ha detto Lynn Maalouf, vice direttore per la ricerca di Amnesty dell'ufficio di Beirut.

Secondo l'agenzia emiratina Wam, Bin Ghaith, che è detenuto dal 2015, è stato riconosciuto tra l'altro colpevole di avere postato commenti "offensivi" e di avere intrattenuto contatti con "organizzazioni segrete legate alla Fratellanza musulmana", che le autorità degli Eau considerano un'organizzazione terroristica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS