Navigation

Ebola: eventuale missione militare non prima di dicembre

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 ottobre 2014 - 13:27
(Keystone-ATS)

Un'eventuale missione di militari elvetici nelle regioni dell'Africa occidentale pesantemente colpite dal virus Ebola non avrà luogo prima di dicembre. Lo comunica oggi il Consiglio federale, spiegando che la ricognizione compiuta la scorsa settimana in Liberia da esperti svizzeri ha evidenziato il bisogno di ulteriori accertamenti, in particolare per quanto riguarda la questione dei partner con cui si collaborerà sul posto.

Il 15 ottobre il portavoce del Consiglio federale André Simonazzi aveva indicato che un contingente di esperti e soldati avrebbe potuto essere inviato in Africa occidentale alla metà di novembre.

Il Consiglio federale oggi ha deciso di prender tempo per esaminare in modo approfondito l'eventuale appoggio sul posto alla missione delle Nazioni Unite. Gli esiti della ricognizione sono attualmente all'esame. Inoltre, sono in corso ulteriori accertamenti in particolare per quanto riguarda la questione dei partner con cui si collaborerà sul posto. Una decisione sarà presa nelle prossime settimane, indica una nota del governo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.