Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un vaccino preventivo contro il virus Ebola potrebbe essere pronto nel 2015. Lo ha affermato in un'intervista alla radio francese Rfi, pubblicata sul sito dell'emittente, il direttore del dipartimento immunizzazione dell'Oms Jean-Marie Okwo Bélé.

Secondo l'esperto, entro un mese dovrebbero iniziare i primi test del vaccino messo a punto dalla multinazionale britannica Gsk. "Il nostro obiettivo è di iniziare i test a settembre - ha spiegato - prima negli Usa e poi sicuramente in un paese africano, visto che è lì che abbiamo i casi. Verso fine anno potremmo avere i risultati, e trattandosi di un'urgenza si può pensare a delle procedure accelerate per averlo a disposizione nel corso del 2015".

Lunedì un comitato dell'Oms formato da esperti di bioetica e medicina si riunirà per affrontare il tema dell'utilizzo di farmaci e vaccini ancora sperimentali per fronteggiare l'epidemia.

Intanto la Guinea ha deciso di chiudere le frontiere con Liberia e Sierra Leone per cercare di arginare l'epidemia. Attualmente i tre paesi, i più colpiti dal virus con centinaia di vittime, hanno dichiarato lo stato di emergenza, così come ha fatto anche la Nigeria, dove i casi sono saliti nelle ultime ore a nove.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS