Navigation

Ebola: secondo morto in Congo, epidemia non estinta

Una seconda persona è morta di Ebola da febbraio nel Congo e una terza è ricoverata in gravi condizioni (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/SAM MEDNICK sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 aprile 2020 - 13:14
(Keystone-ATS)

Una seconda persona è morta di Ebola da febbraio nel Congo, dove una terza è ricoverata in gravi condizioni.

Un evento che vanifica la speranza dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) di dichiarare in questi giorni ufficialmente estinta l'epidemia del micidiale virus, che dura da 20 mesi, per potersi concentrare in Africa sul coronavirus.

L'ultima vittima è un giovane di 26 anni.

L'ultima epidemia di Ebola - la prima risale al 1976 - è scoppiata in Congo il primo agosto 2018, uccidendo 2'276 persone, secondo un conteggio ufficiale. Per poter dichiarare estinta un'epidemia di Ebola, secondo le regole dell'Organizzazione mondiale della sanità, devono trascorrere almeno 52 giorni - pari al doppio del periodo di incubazione del virus nell'organismo - senza nuovi casi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.