Navigation

Eccezionale mostra su Caravaggio a Mosca

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 novembre 2011 - 08:50
(Keystone-ATS)

Inaugurazione oggi a Mosca della più grande mostra su Caravaggio mai organizzata dai musei italiani all'estero, evento culturale clou dell'anno fra Italia e Russia. Una carrellata composta unicamente di capolavori assoluti e attribuiti con certezza a Michelangelo Merisi da Caravaggio, mai visti assieme fuori dall'Italia: undici capolavori ospitati sino al 19 febbraio prossimo al Museo Pushkin, che nel 2012 compirà cent'anni.

Genio, ribelle, riformatore, Caravaggio ha definito il percorso di sviluppo dell'arte dell'Europa Occidentale nella storia moderna. La sua intera carriera artistica sarà presentata lungo il piano espositivo della mostra, che metterà a confronto diretto le tematiche e i soggetti caravaggeschi.

Accanto al raffinato "Ragazzo con canestra di frutta" della Galleria Borghese di Roma, si vedrà la leggendaria "Deposizione nel sepolcro", che eccezionalmente lascia le mura del Palazzo del Vaticano, e ancora "La Cena in Emmaus" della Galleria Brera di Milano, insieme alla famosa "Conversione di San Paolo" dalla Chiesa di Santa Maria del Popolo a Roma.

La mostra è curata dalla Soprintendente Speciale per il Polo Museale di Roma Rossella Vodret e dalla direttrice del museo Pushkin Irina Antonova. In Russia si tratta di un vero e proprio evento, anche perchè in questo paese ricco di opere d'arte italiane c'è un solo Caravaggio, all'Hermitage.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?