Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le prospettive economiche svizzere in aprile sono migliorate, stando all'indice pubblicato congiuntamente da Credit Suisse (CS) e dal Centro europeo di ricerca economica (ZEW) di Mannheim (D).

Il barometro, che valuta le aspettative congiunturali per i sei mesi successivi, è salito a 11,5 punti, da 2,5 in marzo.

Le prospettive sono migliorate anche per la zona euro, passando da 0,0 punti a 12,2. L'ottimismo è comunque più marcato per quanto concerne gli Stati Uniti, per i quali l'indice ha guadagnato 18,6 punti passando a 21,3, indica un comunicato diramato oggi.

Per quanto riguarda la situazione economica attuale in Svizzera, l'88,9% degli analisti interrogati (-3,2 punti percentuali) la considera "normale", precisano CS e ZEW. Il 5,5% (+2,9 punti) la trova "buona" e il 5,6% (+0,3 punti) "cattiva". L'indice che esprime la situazione congiunturale attuale della Confederazione è migliorato di 2,6 punti rispetto a quello di marzo, raggiungendo -0,1. Lo stesso indicatore per l'Eurozona è progredito di 7 punti a -15,2.

La maggioranza degli analisti prevede nuovamente, sia per la Svizzera che per la zona euro, interessi stabili a corto termine. Per quanto concerne i tassi di cambio, la gran parte degli esperti continua a prevedere un'evoluzione costante del franco nei confronti della moneta unica europea e una svalutazione rispetto al dollaro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS