L'economia americana continua a crescere a ritmo sostenuto. Il mercato del lavoro si rafforza. E la Federal Reserve è in corsa per il quarto aumento dei tassi di interesse del 2018, in sfida alle critiche di Donald Trump.

Wall Street non mostra particolari reazioni alla prospettiva di una nuova stretta. Dopo il rally innescato dal voto americano, i listini americani hanno registrato ieri variazioni contenute, con il Dow Jones che riesce a archiviare la seduta in aumento dello 0,04%. Negativi il Nasdaq e lo S&P 500, che perdono lo 0,53% e lo 0,25%.

Al termine della due giorni di riunione, posticipata questo mese a mercoledì e giovedì per non interferire con le elezioni di metà mandato, la banca centrale lascia i tassi di interesse invariati in una forchetta fra il 2,00% e il 2,25%, aprendo però la porta a una nuova stretta in dicembre.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.