Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Battuta d'arresto per l'economia svizzera: nel secondo trimestre il prodotto interno lordo (Pil) è rimasto invariato rispetto ai primi tre mesi del 2014. Dal confronto con lo stesso periodo dell'anno scorso risulta invece una progressione dello 0,6%.

La bilancia commerciale dei beni e servizi ha inciso in misura lievemente negativa sulla crescita del PIL, mentre i consumi privati hanno dato segnali leggermente positivi, indica la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) in una nota odierna. Il contributo degli investimenti (edilizia, impianti e attrezzature) è stato pari a zero.

Dal lato della produzione (sviluppo del valore aggiunto settoriale), l'industria, il commercio all'ingrosso e i servizi finanziari (che rappresentano assieme circa il 40% del Pil) non hanno dato alcun impulso alla crescita. Anche i settori parastatali non hanno fatto registrare alcun aumento del valore aggiunto.

Nel primo trimestre il Pil era cresciuto dello 0,5% rispetto agli ultimi tre mesi del 2013 e del 2,1% rispetto a un anno prima.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS