Navigation

Economista Monika Bütler: freno indebitamento prevede proroga

La professoressa Monika Bütler, membro del gruppo di lavoro Covid-19 della Confederazione, non vede la necessità di regolare il freno all'indebitamento: consente infatti una proroga al rimborso dei debiti. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 giugno 2020 - 11:43
(Keystone-ATS)

La professoressa Monika Bütler, membro del gruppo di lavoro Covid-19 della Confederazione, non vede la necessità di regolare il freno all'indebitamento: c'è infatti un passaggio di legge che consente una proroga del rimborso dei debiti.

"Invece di pagare in sei anni, si può farlo per esempio in 15 anni", sottolinea oggi sui giornali del gruppo CH-Media.

D'altro canto, per far fronte ai costi della crisi sanitaria da Covid-19 non c'è nemmeno bisogno di estendere le assicurazioni sociali, aggiunge la professoressa di economia dell'Università di San Gallo (HSG). Esse - nota - sono "molto ben sviluppate nel confronto internazionale". I giovani tra i 20 e i 60 anni sono relativamente ben coperti". L'unica lacuna che vede è per i lavoratori anziani, che hanno poche possibilità di trovare un lavoro.

In ogni caso Monika Bütler ritiene che un prolungamento del lavoro a tempo ridotto in Svizzera "sarebbe la strada sbagliata". "Altrimenti - spiega - si consoliderebbero strutture economiche che comunque non sono sostenibili". Secondo l'esperta lo Stato deve salvare in primo luogo gli individui, non le aziende. E se queste ultime decidono che una ristrutturazione è necessaria non aspettano comunque dodici mesi, nota.

Per contro l'economista del gruppo di lavoro Covid-19 della Confederazione ritiene sensato investire di più nella formazione continua dei dipendenti, "in modo che chi perde il lavoro abbia maggiori possibilità".

Riguardo ai timori espressi ieri sulla stampa domenicale dal capo della National Covid-19 Science Task Force, Matthias Egger, in merito ad una revoca eccessiva o troppo rapida delle misure di confinamento contro il Sars-CoV-2, Monika Bütler sottolinea che nel gruppo di lavoro federale non c'è stata alcuna divisione tra gli esperti della salute e quelli del mondo degli affari. "È apparso chiaro relativamente presto che in primo luogo non sono le misure governative a essere decisive per la gravità della crisi economica, quanto piuttosto il comportamento delle persone, la diffusione del virus e la situazione all'estero".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.