Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono state liberate le due turiste, un'australiana e una britannica, rapite due giorni fa in Ecuador, nella regione amazzonica alla frontiera con la Colombia dove opera una banda criminale colombiana.

Le due donne, che facevano parte di un gruppo di cinque turisti stranieri e due ecuadoriani accompagnati da un autista ed una guida, "sono state localizzate e liberate" da uomini della polizia e delle forze armate, precisa il ministro dell'Interno, José Serrano.

L'aggressione al gruppo di turisti era stata segnalata venerdì sera dal ministero ecuadoriano dell'Ambiente, che non aveva parlato però di rapimento.

Le due turiste, delle quali non è stata comunicata l'identità, si trovavano presso la riserva naturale di Cuyabeno, nella provincia nordorientale di Sucumbios, una regione in cui è attiva la banda delle 'Aquile nere', composta da ex paramilitari. Il gruppo è stato attaccato mentre stava raggiungendo la riserva in canoa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS