Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il candidato Lenin Moreno

KEYSTONE/EPA EFE/JOSE JACOME

(sda-ats)

Il candidato del partito governativo Lenin Moreno è in chiaro vantaggio sul suo rivale Guillermo Lasso, ex banchiere e esponente conservatore, nelle elezioni presidenziali di ieri in Ecuador.

Lo indicano i risultati parziali dopo che sono stati scrutinati l'80% dei voti. Moreno, delfino di Rafael Correa, il capo di stato socialista che al termine di due mandati ha deciso di non ripresentarsi, ha conquistato il 38,8% dei voti e il suo diretto avversario il 28,5%.

In corsa vi erano anche altri sei candidati. Per passare al primo turno serve una maggioranza di oltre il 40%.

Rafael Correa lascia un'economia in difficoltà, ma in condizioni migliori di altri paesi 'bolivariani', e anche il difficile compito di ricostruire le zone colpite dal terremoto di aprile, con un conto stimato in 3,4 miliardi di dollari.

"Abbiamo dieci punti di vantaggio e il divario con Lasso continua ad aumentare", ha commentato l'uscente Correa in un tweet. I risultati definitivi saranno resi noti in serata. Al voto erano chiamati 12,8 milioni di elettori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS