Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, ha dichiarato lo stato di emergenza nel paese per il risveglio del vulcano Cotopaxi, dopo oltre un secolo. Lo riportano i media internazionali.

Diverse esplosioni di cenere e gas si sono registrate nelle ultime ore, una delle quali ha rilasciato una colonna di fumo di circa cinque chilometri e dei fluidi che potrebbero mettere a rischio i ghiacciai e provocare la colata di detriti e fango.

Circa 400 persone delle città di Mulalo e Lasso, situate sulle rive dei fiumi sottostanti, sono state evacuate. Lo stato d'emergenza riguarda tutto il territorio nazionale e le forze armate sono in stato d'allerta.

Il Cotopaxi, 45 chilometri a sud della capitale Quito, è considerato uno dei vulcani più pericolosi della regione, sia per le sue dimensioni sia perché è molto vicino ad aree densamente popolate

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS