Navigation

Edilizia: concluso nuovo contratto nazionale

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2012 - 20:19
(Keystone-ATS)

Il conflitto sociale nel settore dell'edilizia è terminato. Le parti hanno trovato un accordo questa sera per concludere un nuovo Contratto nazionale mantello valido fino alla fine del 2015. Il testo dovrebbe entrare in vigore il primo aprile, mettendo fine ad un vuoto contrattuale che sarà durato tre mesi.

I risultati ottenuti verranno ora sottoposti dai vertici dei partner sociali, ovvero la Società svizzera degli impresari costruttori (SSIC) da un lato e Unia e Syna dall'altro, si legge in un comunicato odierno.

Unia prenderà una decisione già domani mentre Syna si esprimerà il 28 marzo, la stessa data in cui si terrà una riunione straordinaria della SSIC.

La notizia è un sollievo per i circa 100'000 lavoratori della costruzione, che attendevano la notizia dal due novembre, data in cui i negoziati per il contratto nazionale si erano ufficialmente arenati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?