La protesta nazionale del settore dell'edilizia, partita ieri da Bellinzona, prosegue oggi a Ginevra: un migliaio di lavoratori sono scesi questa mattina in sciopero e hanno cominciato a sfilare per le vie della città.

Gli scioperanti, partiti dalla stazione di Cornavin, si stanno dirigendo verso il ponte del Mont-Blanc. La polizia ha predisposto deviazioni del traffico stradale, che stanno causando imbottigliamenti.

La manifestazione è stata organizzata dai sindacati Unia, Syna e dall'organizzazione dei lavoratori SIT, nell'ambito delle trattative per il rinnovo del contratto collettivo di lavoro, che giunge a scadenza a fine anno. I sindacati ginevrini protestano in particolare contro l'aumento della durata lavorativa, la precarizzazione dei lavoratori più anziani e ancora contro i subappalti, che favoriscono il dumping salariale.

A Ginevra il comparto dell'edilizia conta oltre 1'400 imprese di costruzione per un totale di 12'000 dipendenti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.