Navigation

Edipresse in cifre nere, Syndicom denuncia ristrutturazioni "brutali"

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 aprile 2011 - 09:43
(Keystone-ATS)

Syndicom, il sindacato dei media e della comunicazione, accoglie con "uno sguardo molto critico" l'annuncio odierno dei risultati di Edipresse, che è tornata nelle cifre nere realizzando un utile netto di 30,6 milioni di franchi. Si tratta - precisa Syndicom in una nota - "dell'indecente risultato di ristrutturazioni brutali condotte sulla pelle del personale".

L'aumento del cash-flow operativo e l'impressionante utile netto sono "un insulto a tutte le vittime colpite dall'ondata di licenziamenti inflitti al personale negli ultimi anni", si legge nella nota. È ora di finirla con quest'attitudine "cinica e socialmente irresponsabile", prosegue Syndicom.

Il sindacato esige che il gruppo editoriale - ormai controllato da Tamedia - "rinunci immediatamente ad ogni licenziamento e garantisca il mantenimento di tutte le testate e la diversità della stampa". Tamedia dovrà inoltre concedere senza indugi un aumento salariale di 200 franchi al mese a tutti i dipendenti di qualsiasi categoria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?