Navigation

Edipresse torna nelle cifre nere nel 2010

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 aprile 2011 - 09:55
(Keystone-ATS)

Edipresse è tornato nelle cifre nere. Il gruppo editoriale vodese ha realizzato un utile netto di 30,6 milioni di franchi nel 2010 a fronte di una perdita di 32,3 milioni fatta segnare un anno prima. Escludendo le attività svizzere che passeranno a Tamedia, la società ha registrato un deficit di 6,2 milioni (-29,6 milioni nel 2009).

Il volume d'affari delle attività proseguite è progredito dello 0,9% a 180,2 milioni di franchi, ha indicato oggi Edipresse. L'utile operativo EBIT ha raggiunto i 2 milioni nel 2010, contro una perdita di 24,1 milioni un anno prima.

Edipresse annuncia inoltre che le attività svizzere (ovvero i quotidiani "24 Heures", "Tribune de Genève" e "Le Matin") saranno integrate completamente nel gruppo editoriale Tamedia già nel corso di quest'anno. L'integrazione avrebbe dovuto essere effettiva soltanto alla fine dell'esercizio 2012.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?