Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La procura generale del Cairo ha deferito alla giustizia militare 198 elementi della confraternita dei Fratelli Musulmani per avere commesso 64 attacchi terroristici tra il 2014 e il 2015. Lo riferisce l'agenzia Mena.

Sono accusati di avere incendiato alcune installazioni elettriche e piazzato cariche esplosive in zone urbane, a binari dei treni e commissariati di polizia in diversi governatorati egiziani. La procura aggiunge che sono stati arrestati in possesso di armi e bombe.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS