Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corte di cassazione egiziana, accogliendo un ricorso della procura, ha annullato il verdetto di assoluzione dell'ex presidente Hosni Mubarak per l'uccisione di manifestanti nel 2011 e ha fissato un nuovo processo per il 5 novembre prossimo.

Lo ha precisato l'agenzia stampa egiziana Mena, che in un primo tempo aveva parlato di un annullamento per tutti i processi in cui Mubarak era stato assolto.

Anche nel servizio inglese, oltre che arabo, l'agenzia riferisce che "la Corte di Cassazione ha ordinato giovedì che l'ex-presidente Hosni Mubarak sia di nuovo sottoposto a processo per l'uccisione di 239 manifestanti durante la rivolta del 2011 che portò alle sue dimissioni.

La corte ha assolto gli altri imputati, inclusi i due figli di Mubarak, Alaa e Gamal, l'uomo d'affari latitante Hussein Salem, l'ex ministero dell'Interno Habib el Adly e sei dei suoi collaboratori, precisa ancora la Mena.

In un primo momento l'agenzia aveva indicato che anche i verdetti di assoluzione nei loro confronti erano stati annullati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS