Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Informale "damnatio memoriae" scolastica in Egitto per Mohamed El Baradei: nome e foto dell'esponente critico del presidente Abdel Fattah Al Sisi sono stati rimossi da una lista di premi Nobel egiziani in libri di testo della quinta elementare.

La circostanza viene segnalata dal quotidiano indipendente Al-Tahrir e rilanciato dal sito Egypt indipendent.

El Baradei ottenne il premio Nobel per la pace nel 2005 quale direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) e, per poco più di un mese, è stato vicepresidente nel governo che seguì la deposizione del presidente islamista Mohamed Morsi nell'estate 2013. El Baradei si dimise ore dopo aver dichiarato il proprio rifiuto della sanguinosa repressione delle proteste dei Fratelli musulmani contro la rimozione di Morsi. In seguito il diplomatico ha criticato più volte Sisi su social media.

Un portavoce del ministero dell'Istruzione, parlando in tv, non ha voluto confermare la rimozione del nome di El Baradei dalla lista che comprende tre soli altri premi Nobel (il presidente Anwar al-Sadat, lo scrittore Naguib Mahfouz e il fisico Ahmed Zewail) ma ha promesso che il dicastero indagherà sulla denuncia. Un fonte anonima ministeriale citata dal quotidiano Youm 7 ha riferito che la rimozione è stata ottenuta da genitori e insegnanti a causa di "dichiarazioni ostili e antigovernative" fatte da El Baradei e per "evitare qualsiasi sviamento" degli scolari o "disputa" fra loro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS