Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un totale di 27'402'353 egiziani sono chiamati oggi e domani al voto nei 5'460 seggi elettorali sparsi in 14 governatorati del paese per eleggere i deputati nelle circoscrizioni del Delta del Nilo occidentale e dell'Alto Egitto settentrionale, centrale e meridionale.

Il voto si svolgerà sotto la supervisione di 16 giudici, 87 organizzazioni locali e internazionali e 717 osservatori stranieri provenienti da Stati Uniti, Africa, Svizzera e Unione europea.

Da venerdì è proibito ogni tipo di campagna elettorale in strada e all'interno delle moschee per i 2'573 candidati individuali e le cinque liste in corsa per i 596 seggi a disposizione (448 per i singoli, 120 per le liste, 28 scelti dal presidente della Repubblica).

Ieri il presidente egiziano, Abdel Fattah al Sisi, ha lanciato un appello in favore del voto a tutti gli elettori del suo paese in vista delle parlamentari. Al Sisi ha affermato che "tutti gli egiziani devono recarsi alle urne, vogliamo vedere di nuovo le folle per ottenere quanto ci spetta e realizzare l'agenda di transizione per il futuro". Per al Sisi "l'avanguardia degli elettori deve essere composta dai giovani". Infine il capo dello stato si è rivolto alle forze di polizia e all'esercito chiedendo loro di "elevare lo stato d'allerta in modo da garantire sicurezza e stabilità alle operazioni di voto".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS