Navigation

Egitto: Fratelli musulmani, siamo primi

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2011 - 12:31
(Keystone-ATS)

Il partito Giustizia e Libertà dei Fratelli musulmani è "in base ai dati preliminari" in testa, dopo la prima tornata elettorale in Egitto, che si è chiusa ieri. Lo afferma un comunicato della confraternita, secondo il quale il secondo partito è la coalizione salafita di el Nour e il terzo classificato è l'alleanza moderata del Blocco egiziano, nel quale figurano gli Egiziani liberi del tycoon copto Naguib Sawiris.

Nel comunicato i fratelli musulmani segnalano che nella regione di Fayyoum, a sud del Cairo, hanno raggiunto il maggior numero di consensi, seguiti dal Mar Rosso e dal Cairo.

La competizione è serrata con i salafiti di al Nour ad Alessandria, storica roccaforte della confraternita, e Kar el Sheikh a nord del Cairo, spiegano i Fratelli musulmani.

I primi dati indicano che numerosi candidati individuali dei Fratelli sono già passati e che esponenti dell'ex partito di Mubarak, il partito nazionale democratico, sono stati "esclusi dal popolo. "Questo dimostra che il popolo egiziano ha esercitato il suo diritto di isolare politicamente" gli eredi del Pnd.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?