Navigation

Egitto: in libertà moglie Mubarak su cauzione

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2011 - 13:57
(Keystone-ATS)

La moglie dell'ex presidente egiziano, Suzanne Mubarak, è stata rimessa oggi in libertà su cauzione, dopo aver accettato di restituire allo stato egiziano la somma di 24 milioni di lire egiziane (circa 4 milioni di dollari). L'inchiesta a suo carico continua per altri aspetti dell'inchiesta in corso.

L'ex first lady era stata posta sotto custodia cautelare con l'accusa di arricchimenti illeciti - accusa per la quale è anche in arresto in ospedale l'ex presidente Hosni Mubarak, mentre i suoi figli, Alaa e Gamal, sono in carcere - venerdì 13 maggio. Subito dopo la notifica del provvedimento era stata ricoverata per un malore nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Sharm El Sheikh, dove anche il marito è ricoverato dal 12 aprile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.