Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Egitto: otto poliziotti uccisi alle porte del Cairo (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/EPA ALMASRY ALYOUM/MAHMOUD TAHA

(sda-ats)

Il sedicente Stato islamico (Isis) ha rivendicato oggi l'uccisione di otto poliziotti egiziani nella città di Helwan, a sud del Cairo. Lo riporta Al Jazeera in un tweet.

Secondo il testo di rivendicazione, l'operazione è stata "una rappresaglia per le donne caste incarcerate nelle prigioni degli apostati in Egitto".

"In un'operazione favorita da Allah, un gruppo di soldati del Califfato ha attaccato un mezzo che trasportava otto poliziotti egiziani apostati a Helwan. Grazie a Dio, il gruppo ha sparato su di loro e li ha uccisi tutti", recita il comunicato.

"Tra le vittime c'è anche il capitano Mohamed Hamed, un assistente investigatore della polizia di Helwan. I jihadisti si sono impossessati di armi leggere e sono tornati sani e salvi al loro covo, grazie a Dio", conclude.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS