Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il vertice dell'Unione Europea sottolinea che "la transizione in Egitto deve cominciare ora": lo si legge in una dichiarazione approvata dai 27, al termine della discussione sulla crisi egiziana. Nella bozza i leader chiedevano una "transizione rapida". Nel testo, non viene mai citato il presidente egiziano Hosni Mubarak.

"Il Consiglio Ue si appella alle autorità egiziane perché vengano soddisfatte le aspirazioni del popolo egiziano con riforme politiche, non con la repressione", dichiarano i 27. "Tutte le parti devono dare prova di moderazione, evitare ulteriori violenze e cominciare una transizione ordinata verso un governo di larga coalizione. Il Consiglio Ue sottolinea che questo processo di transizione deve cominciare ora".

Salutando le espressioni "pacifiche e dignitose" dei popoli di Egitto e Tunisia, il consiglio Ue sottolinea che "le aspirazioni democratiche dei cittadini devono essere soddisfatte con il dialogo e le riforme politiche, con il pieno rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, e attraverso libere e giuste elezioni". A questo scopo, i leader "si appellano a tutte le parti perché si impegnino ad un dialogo significativo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS