Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex potente capo dei servizi segreti egiziani sotto Hosni Mubarak, Omar Suleiman, è morto a 77 anni oggi mentre si stava sottoponendo a test clinici negli Stati Uniti. Lo riferisce l'agenzia egiziana Mena.

Una fonte molto vicina all'ex capo degli 007 egiziani, che per dodici giorni è stato vice presidente di Mubarak durante la rivoluzione dello scorso anno, ha riferito che Suleiman soffriva da tempo di problemi di cuore ed era affetto da cancro ai polmoni.

Suleiman si recava regolarmente negli Stati uniti per le terapie mediche e risiedeva negli Emirati Arabi dopo che la sua candidatura alle presidenziali di quest'anno era stata bocciata dalla commissione elettorale, perché non aveva raccolto tutte le 30.000 firme previste dalla legge a sostegno del suo nome.

Suleiman, il cui annuncio televisivo delle dimissioni di Mubarak l'11 febbraio 2011 ha fatto il giro del mondo, è stato a capo dei servzi segreti egiziani dal 1993. Fra gli incarichi più delicati che l'ex rais gli aveva affidato quello di seguire il dossier palestinese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS