Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Egitto: Mubarak potrebbe riparare in Germania o a Sharm el Sheikh

Una dignitosa via d'uscita per Hosni Mubarak. È su questo che, riferisce il New York Times, stanno riflettendo in queste ore al Cairo il vice presidente Omar Suleiman e alcuni alti ufficiali dell'esercito egiziano per cercare di allentare la tensione e calmare le proteste di piazza Tahrir.

L'idea sarebbe quella di "accompagnare" Mubarak fuori dal palazzo presidenziale, limitandone l'autorità senza umiliazioni e conservandolo anzi formalmente ancora nel ruolo di presidente.

Due - riferisce il quotidiano newyorchese citando fonti anonime dell'amministrazione Usa - sono le possibili soluzioni che si stanno vagliando. La prima sarebbe quella di suggerire al rais di trasferirsi nella sua residenza estiva sul Mar Rosso, a Sharm el Sheikh. La seconda ipotesi invece prevede proprio l'espatrio: Mubarak si sottoporrebbe a un consueto check-up medico in Germania, fermandosi però in terra tedesca senza rientrare in Egitto.

Un passaggio di potere incruento, che andrebbe incontro alla principale richiesta della piazza (mandare via Mubarak) e aprirebbe per un governo di transizione egiziano guidato da Suleiman e sponsorizzato da Washington la possibilità di negoziare con l'opposizione le riforme costituzionali e l'avvio di un processo democratico dopo i 30 anni al potere dell'ultimo dei Faraoni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.