Il presidente americano Barack Obama ha parlato al telefono con l'emiro del Qatar Tamim bin Hamad al Thani e con il principe ereditario di Abu Dhabi Mohammed bi Zayed al Nahyam della loro comune "preoccupazione per i recenti sviluppi in Egitto".

Obama, rende noto la Casa Bianca, assieme all'emiro ha affermato che "la violenza di qualsiasi partito è inaccettabile" e si è trovato d'accordo con lui sul fatto che "un processo politico che includa tutti i partiti e gruppi politici è essenziale per la stabilita dell'Egitto".

Allo stesso modo, con il principe bin Zayed, comandante delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, il presidente si è trovato d'accordo nell'affermare che "i leader egiziani devono evitare di incitare alla violenza" e che "tutti gli egiziani devono unirsi per trovare insieme un percorso inclusivo" per andare avanti.

Il presidente, aggiunge la Casa Bianca, ha sottolineato che gli Stati Uniti incoraggiano tutti i leader politici, militari e religiosi in Egitto a rimanere impegnati nel dialogo e e ad impegnarsi in un processo politico che porti ad un veloce ritorno di un governo civile democraticamente eletto".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.