Il parlamento egiziano vota oggi per approvare modifiche costituzionali che, fra l'altro, consentiranno al presidente Abdel Fattah al-Sisi di restare in carica fino al 2030.

L'elaborazione delle riforme ha portato a ridurre di quattro anni il prolungamento del mandato di Sisi previsto da prime bozze fino al 2034. Come emerge da un rapporto della Commissione legislativa, che sintetizza il senso delle modifiche costituzionali e che è stato pubblicato dal sito Youm-7, un prolungamento del mandato presidenziale da quattro a sei anni viene applicato al "presidente attuale" conferendogli inoltre "il diritto di presentare una propria candidatura per un solo altro mandato".

Quello di Sisi, rieletto per la seconda volta l'anno scorso, scade nel 2022 ma la riforma lo prolunga al 2024 e poi al 2030 grazie a un'eventuale terza elezione per altri sei anni.

Per essere varate, le riforme odierne devono essere approvate da un referendum il cui esito positivo è scontato come anche il voto odierno, visto il sostegno del parlamento al presidente.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.