Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il deposto presidente egiziano Mohammed Morsi, esponente della Fratellanza musulmana e da dieci giorni in stato di arresto da parte dei militari, deve essere liberato come atto di riconciliazione col movimento islamico: lo ha detto stamani Mohammed Abulghar, uno dei leader del Fronte di salvezza nazionale (Fsn), l'eterogenea piattaforma di oppositori laicisti, progressisti e liberali. Ieri, Germania e Stati Uniti avevano avanzato analoga richiesta alle autorità ad interim egiziane

Intervistato dal sito Internet della tv panaraba al Arabiya, Abulghar ha detto che "l'unica soluzione per uscire dalla crisi attuale è il ritorno di Mohammed Morsi alla sua casa visto che non è ricercato dalla giustizia".

"Questo - ha aggiunto il leader del Partito democratico egiziano - sarà un atto di riconciliazione con i Fratelli musulmani che devono comprendere che quelli che sono scesi in piazza contro la politica di Morsi sono molti di più di quelli che lo hanno eletto".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS