Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le forze di sicurezza egiziane per ora non hanno avviato le operazioni per disperdere i sostenitori del deposto presidente Mohamed Morsi dalle piazze al Cairo. Il blitz per lo sgombero, secondo alcune fonti, sarebbe dovuto iniziare all'alba.

Fonti della Sicurezza e un funzionario del governo avevano detto che la polizia avrebbe iniziato il blitz contro i sit-in dei Fratelli Musulmani in due zone della città.

Intanto il ministro degli Esteri egiziano, Nabil Fahmi, in un'intervista all'agenzia ANSA, ha dichiarato che se i dimostranti pro-Morsi "non saranno violenti risolveremo la situazione senza significative vittime", confermando così l'intenzione del governo di sgomberare i sit-in ma senza bagni di sangue. "La situazione non è più sostenibile, agiremo nel rispetto della legge".

"Non descriverei la situazione in questi termini. Se non c'è violenza da parte dei dimostranti risolveremo la situazione senza significative vittime", ha risposto Fahmi ad una domanda sui rischi di un bagno di sangue nel paese, evocato ieri anche dal ministro degli esteri Emma Bonino.

"Non è semplicemente il problema di Rabaa o Nahda (le due piazze del Cairo dove sono accampati da settimane i pro-Morsi, ndr): l'impegno del governo è quello di ristabilire l'ordine, garantire ai cittadini sicurezza e accesso ai servizi. La situazione non è più sostenibile".

I tentativi di trovare una mediazione internazionale, "purtroppo sono falliti, e siamo a un punto morto", nel dialogo con i pro-Morsi.

"Siamo stati noi i primi, non gli emissari della comunità internazionale, a indicare la necessità di includere i Fratelli musulmani e le altre forze nel processo di riconciliazione. Ma loro (i pro-Morsi, ndr) rifiutano di esserne parte. La porta del dialogo è sempre aperta, ma ora occorre garantire la sicurezza dei cittadini", ha sottolineato Fahmi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS