Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"La situazione in Sinai è al 100% sotto il controllo delle forze armate". Lo ha riferito il portavoce militare egiziano Mohamed Samir, aggiungendo che "i jihadisti sono stati cacciati dalla località di Sheikh Zuweid".

La stessa fonte ha aggiunto che il bilancio ufficiale delle vittime negli scontri di ieri è di "100 terroristi e 17 soldati, tra cui 4 ufficiali, uccisi", e ha invitato i media a pubblicare solo i bilanci ufficiali.

Un'altra fonte militare ha dal canto suo affermato al quotidiano egiziano el Watan che i jihadisti che ieri hanno lanciato la pesante offensiva nel nord del Sinai hanno "utilizzato armi sofisticate e moderne trafugate all'esercito libico e trasportate attraverso frontiere occidentali".

La stessa fonte ha aggiunto che il "numero dei jihadisti che ieri ha attaccato l'esercito è stato pari a 300, molti dei quali con tratti stranieri e alcuni con accento palestinese".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS