La coalizione di sostegno al presidente deposto Mohamed Morsi ha annunciato in una conferenza stampa l'inizio graduale della disobbedienza civile, a partire dal boicottaggio dei media - giornali, canali satellitari e siti web - "che seminano l'odio e le menzogne".

I pro-Morsi invitano inoltre a "boicottare le società di uomini di affari egiziani che hanno finanziato il golpe e dei prodotti degli Stati che sostengono il golpe". La disobbedienza civile, avvertono, aumenterà gradualmente in base alla situazione nel Paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.