Navigation

Egitto: ratifica legge per stop esponenti ex regime

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2012 - 13:08
(Keystone-ATS)

Il capo del Consiglio militare egiziano Hussein Tantawi ha ratificato la legge che impedisce agli esponenti di punta dell'ex regime di Hosni Mubarak di candidarsi alle presidenziali. Lo riferisce l'agenzia Mena.

Le modifiche alla legge sull'esercizio dei diritti politici prevedono lo stop per tutti coloro che erano ai vertici negli ultimi dieci anni del regime di Mubarak, in particolare il presidente, il vice, il primo ministro, il presidente del discolto partito nazionale democratico e i suoi vertici.

Le nuove norme, che riguardano i vertici del potere egiziano nei dieci anni precedenti la caduta dell'ex rais l'11 febbraio dello scorso anno, potrebbero colpire Ahmad Shafik, l'ultimo primo ministro di Mubarak e attualmente in corso per la presidenza.

Le modifiche alla legge sui diritti politici non dovrebbero invece riguardare l'ex capo della Lega araba Amr Mussa, che lasciò il suo incarico di ministro degli esteri sotto Mubarak dodici anni fa.

Le nuove regole sono state adottate la scorsa settimana dal Parlamento egiziano in reazione alla candidatura dell'ex capo degli 007 Omar Soleimanm, che è stata comunque cassata dalla commissione elettorale perchè l'ex vice presidente non era riuscito a raccogliere il numero minimo di firme necessarie.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?