Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Continua a salire il bilancio delle vittime degli scontri degli ultimi giorni al Cairo toccando quota 57, dopo la morte oggi di un giovane di 26 anni ferito venerdì scorso. L'uomo era stato colpito durante i tafferugli tra polizia e manifestanti di fronte al palazzo del presidente Mohamed Morsi.

Lo hanno reso noto oggi fonti mediche. Si tratta del bilancio più alto di vittime da quando l'attuale presidente è salito al potere sette mesi fa. Sono centinaia le persone rimaste ferite dallo scorso 24 gennaio in tutto il Paese nella nuova ondata di proteste indette contro Morsi, accusato di monopolizzare il potere.

Proteste esplose in concomitanza con il secondo anniversario della rivoluzione che ha abbattuto il regime del presidente Hosni Mubarak. Nelle tre città vicine al Canale di Suez - Port Said, Ismailya e Suez - resta ancora in vigore lo stato di emergenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS